• mail

03/10/2013, 15:03

Tailleur mon amour

Bella mostra a Stia in Casentino (Arezzo)

La nuova edizione di Goldf@shion ,mostra promossa dal Comitato IFE della Camera di Commercio di Arezzo in collaborazione con il Museo dell’Arte della Lana di Stia ed il Liceo Artistico Piero della Francesca di Arezzo ,nasce nel 2012 presso il Museo d’Arte Medievale e Moderna di Arezzo , e prosegue con questa nuova edizione 2013 , con l’intento di creare un ideale ponte tra le eccellenze del territorio aretino: oro, tessuti e abbigliamento, ampliando la visuale nel fantastico mondo della moda e del lusso Made in Italy rovistando negli Archivi Aziendali e dei Collezionisti del settore.

Si tratta di un vero e proprio viaggio attraverso vari momenti storici, un'occasione per cogliere e mostrare uno spaccato della moda e del costume italiano dagli anni '50 al 2000 attraverso la proposta di abiti d'autore e non scelti come omaggio alla donna che in quei decenni ha trovato la sua identità anche nel mondo del lavoro, ripercorrendo l’evoluzione dell’abito simbolo della donna che lavora, il tailleur,considerato da Chanel “la nuova uniforme della donna moderna”. L’abitino anni ’50 da pomeriggio in terital trasparente e la tipica manica a ¾ è un prodotto di sartoria ,collezione privata di Lab-Lure di Antonella Chiari. Si passa poi al completo anni ‘60 con abitino in maglia di sartoria” stampa marocco” ed il cappottino attillato doppio petto in tessuto poliestere stampato, firmato Mary Anthony Boutique, collezione privata di Lab-Lure di Antonella Chiari. Per gli anni ‘70 abito lungo da giorno di sartoria stile hippy a motivo floreale tipico del periodo, proveniente ancora dalla stessa collezione. Anni ‘80 invece per il completo in seta verde di Versace con gonna corta plissata e giacca corta con spalle imbottite , collezione Uanetto. Per i ruggenti anni ‘90 completo abito-giacca di Versace in seta multicolore a stampa “tema pop” con abito a tubino e giacca lunga con fodera decorata, collezione Uanetto. Infine per gli anni 2000 , uno spolverino in lino tema azulejas di Burberrys, appartenente alla stessa collezione di Daniela e Alessia Uanetto

La linea fra artigianato e arte è spesso molto sottile e la prestigiosa collocazione di questa mostra all'interno del Museo dell’Arte della Lana dimostra ancora una volta la contiguità tra la Fine Art e la Decorative Art.

Le immagini dell’epoca reperite presso gli Archivi Fotografici Alinari , oltre a quelle delle campagne pubblicitarie di Aziende del Territorio- MIMMINA e PRADA- fanno da sfondo a questi pezzi vintage ai quali sono abbinati gli abiti ed i gioielli realizzati dagli studenti del Liceo Artistico per un Concorso di Idee che li ha visti lavorare sul tema del Tailleur e del Gioiello, traendo ispirazione dai decenni dagli anni ‘50 ad oggi di Moda e Stile Italiano.

Il Liceo Artistico Piero della Francesca di Arezzo è stato partner attivo di questa manifestazione gia nella scorsa edizione in quanto, rielaborando in modo cosi personale abiti e gioielli attraverso l'operato di alcuni allievi seguiti dai loro docenti, ha valorizzato e attualizzato non solo l'eredità storica del Made in Italy, ma anche quelle capacità progettuali e artigianali che da sempre caratterizzano il nostro territorio.Questa mostra non è solo una celebrazione del passato, ma ha coinvolto i giovani creativi che con passione ed entusiasmo hanno “interpretato” la moda degli ultimi 60 anni progettando abiti e gioielli che , grazie alla collaborazione dell’azienda aretina ISARTI ed ai laboratori del Liceo Artistico Piero della Francesca ,sono stati realizzati e verranno esposti all'interno del Museo.

Presso la sede del Museo dell’Arte della Lana di Stia è previsto un programma di eventi per tutto il mese di Ottobre nei quali si parlerà della moda e del panno Casentino . Alla fine di queste giornate di studio, attraverso un brainstorming tra docenti ed allievi , verrà lanciato dal Liceo Artistico Piero della Francesca un nuovo Concorso di idee aperto agli allievi dell’Istituto sul tema della moda e del panno i cui manufatti saranno realizzati con il panno Casentino stesso da aziende del territorio ed esposte in una nuova mostra prevista per la Primavera del 2014 sempre nei locali del Museo dell’Arte della Lana . Banca Etruria , già sponsor nella prima edizione del 2012 , metterà a disposizione degli allievi due borse di studio che premierà i due progetti migliori.

ORARI martedì, mercoledì e venerdì 10-13

giovedi 10-13 • 15-18 sabato 15-18

domenica 10-13 • 15-18 (lunedì chiuso)

Ingresso: Intero € 3,00 • Ridotto € 2,00

Categorie