• Home Page
  • »
  • Consigli per una tintarella sana e bella
  • mail

07/06/2012, 15:03

Consigli per una tintarella sana e bella

 

L’estate è ormai arrivata, il sole ci riscalda piacevolmente, la voglia di mare è esplosa…non ci resta che occuparci della nostra abbronzatura.
Il sole influenza positivamente il nostro umore, è un ottimo anti-depressivo, tira su di morale e sviluppa la melatonina, ormone che ha una grande influenza sul nostro ritmo biologico, è fonte di benessere per l'organismo,  ci rende più belli, “sfina” la silhouette e valorizza i capi che indossiamo. 
 
Purtroppo, però, il sole non ha soltanto effetti positivi sulla nostra salute, i raggi solari nascondono anche una serie di pericoli per la nostra pelle. Ne sono i principali responsabili dell’invecchiamento, possono provocare il melanoma, il tumore più pericoloso che colpisce la pelle e alte intensità di raggi UV-B sono addirittura dannose per gli occhi.
Un’ abbronzatura sana e intensa tuttavia  è possibile, basta solo agire parallelamente su più fronti: quello alimentare, quello legato alla cura della pelle e soprattutto occorre proteggersi. 
 
Il consiglio è di prediligere alcuni tipi di frutta e verdura, soprattutto frutti e ortaggi rossi o arancioni, come la carota prima fra tutte, e alcuni tipi di verdura verde, come la cicoria e la bietola, oltre a pomodori, albicocche, ciliegie, melone, peperoni ecc. Se consumati in abbondanza questi prodotti stimolano la produzione di melanina, favorendo una tintarella intensa e rapida.
 
Per quanto riguarda la pelle, occorre prima di tutto esfoliarla con uno scrub per eliminare le cellule morte e stimolare la produzione di nuove e poi idratarla per avere un’ abbronzatura luminosa.
 
Per evitare l’invecchiamento della pelle dovuto ai raggi solari, la parola d’ ordine è protezione.
Scegliere la crema adatta non è facile, occorre tener conto del tipo di pelle (dalla pelle sensibile a quella ambrata). La scelta è tra 4 livelli possibili di crema solare:
  • protezione debole, indice da 6 a 10.
  • protezione media, indice da 15 a 25.
  • protezione alta, indice da 30 a 50.
  • protezione molto alta, indice superiore a 50
Ma una volta comprata la crema va utilizzata adeguatamente. È necessario stenderla prima dell’ esposizione al sole, riapplicarla ogni due ore, dopo ogni bagno o quando si cambia posizione, spalmarne una quantità adeguata per evitare di vanificarne l'applicazione e, a fine giornata, applicare un doposole o una crema idratante.
 
Per una sana abbronzatura occorre, inoltre, limitare l’esposizione alla luce solare nelle ore più calde (tra le 10 e le 14) restando all’ ombra, indossare vestiti protettivi, cappellini, evitare l’uso di lampade o lettini abbronzanti, soprattutto prima dei 18 anni, tenere conto dell’indice UV e proteggere in particolar modo i bambini, perché sono più a rischio degli adulti.
 
Adottando le dovute precauzioni e mettendo in atto comportamenti corretti non c'è, dunque, ragione di privarci del sole. Evitando di incappare negli effetti collaterali, si possono solo sfruttare al meglio le proprietà benefiche che un' adeguata esposizione al sole fornisce.
Ludovica Palomba

Categorie